Adamo e l’ombelico

La mia amica Angela, mi ha fatto notare che esistono domande che già di per sé possono essere esaustive.
Domande quindi che nascono non per avere risposta, ma per rimanere …. domande.
Riuscendo, a volte, ad aprire varchi nella nostra sfera creativiva, emotiva, intellettiva, …..

So di non aver detto niente di nuovo.
comunque io ve ne pongo una:

< adamo aveva l’ombelico? >

Rimini, 2001

Share

2 Comments

Filed under appunti

2 Responses to Adamo e l’ombelico

  1. Ken

    http://it.wikipedia.org/wiki/Rasoio_di_Occam

    C’è chi sostiene che in base al rasoio di Occam introdurre un dio per spiegare l’esistenza del mondo è inutile. Infatti, alla domanda “Perché esiste il mondo?”, i credenti dei principali monoteismi rispondono che “Il mondo è stato creato da Dio”, ma non essendoci per sua stessa definizione nulla di più potente di questo dio e quindi nulla che possa averlo creato, ne consegue che Dio a differenza del mondo è sempre esistito. Ma a questo punto, se è possibile che questo qualcosa sia sempre esistito, perché non anche il mondo? La risposta alla domanda iniziale “Il mondo è stato creato da Dio, il quale è sempre esistito” si semplifica quindi in “Il mondo è sempre esistito”. In altri termini è superfluo (e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico) introdurre Dio per spiegare l’esistenza del mondo. Altri (come Kant) hanno però obiettato la riduttività della tesi, nel senso che la spiegazione corretta della realtà non è necessariamente la più semplice.

  2. Flavio

    Ciao Pier,ti scrivo per commentare il tuo ultimo segnale debole. Non ho trovato il link per commentarlo direttamente. Il nostro parroco don Ettore Luciani è da otto anni che ci illumina, e dovresti assistere alle sue catechesi adulti, ogni incontro ci allarga le vedute. Ti ringrazio di averlo pubblicato/detto anche a quanti lo considerano negativamente con critiche piuttosto pesanti ( parlo del popolo che ignora l’esistenza della vera vocazione ), essendo nel magistero della chiesa è impregnato di sapienza e chiunque raccoglie quello che semina, porterà per sempre un bagaglio spirituale e culturale. Grazie ancora perché c’è bisogno di dare il nome giusto alle cose e riconoscere la verità, ed anche constatare di essere dei veri “sfigati” se ciò significa seguire Cristo. Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *